http://www.paolaalciati.it/wp-content/themes/paola_alciati/css/fonts/svg/basic_message_txt.svg

Sinossi

Teo è una piccola pulce, che vive vicino a una radura selvaggia insieme alla sua mamma e ai suoi otto fratellini. Teo è un minuscolo esserino, eppure si pone grandi domande che necessitano risposte altrettanto importanti; ascoltando il suo cuore e armandosi di coraggio decide di partire alla scoperta del mondo fuori dalla sua tana e dal villaggio delle pulci. Vuole avere quelle risposte e seguire il suo desiderio di conoscere.

Gasparo è un allegro bimbetto di cinque anni, è sensibile e felice, anche lui s’interroga su ciò che lo circonda, ponendo le sue infinite domande a Leopoldo, il suo fedelissimo gatto rosso a strisce bianche che sa parlare. Teo incontrerà tanti amici nel suo cammino e pian piano in lui crescerà il desiderio di conoscere l’uomo. Gasparo attende la piccola pulce, che ormai è divenuta famosa nel mondo degli animali. E finalmente queste due anime pure s’incontreranno… 

La pulce che voleva vedere il mondo è una fantastica avventura e una bellissima storia di un’incredibile amicizia che diverte e commuove allo stesso tempo, e che insegna a grandi e a piccini che per comprendere completamente il mondo bisogna tener bene aperti occhi e cuore.

“Red volò via dal nido e, anche se era ormai buio pesto, Teo notò perfettamente il suo volto teso. Ripensò alle parole dell’uccello e a cosa lui stesse cercando. Voleva solo vedere il mondo o desiderava anche capirlo, come gli aveva chiesto il bruco? Forse vedere non bastava, forse bisognava anche esserne un po’ protagonisti…”.

http://www.paolaalciati.it/wp-content/themes/paola_alciati/css/fonts/svg/basic_spread_text.svg

Passaporto del Libro

“La pulce che voleva vedere il mondo”
di Paola Alciati
Edizioni Albatros Il Filo
ISBN: 978-88-567-6459-8
I edizione: aprile 2011
IV edizione: luglio 2014
Numero pagine: 236
10 illustrazioni a china interne di Ilaria Reda

Prezzo: 14,50 €
Disponibile in tutte le librerie d’Italia, PDE distribuzione.

Acquistalo ora
Leggi un'Anteprima

Booktrailer

L’Official Booktrailer del Libro
Guarda l’Offical Booktrailer
Guarda il teaser

Intervista

“Se Scrivendo” ” con Christian Floris
Guarda l’intervista

Pagina Facebook

Non esitare a seguirmi anche qui!
La Pulce che voleva vedere il Mondo
I Libri di Paola Alciati

http://www.paolaalciati.it/wp-content/themes/paola_alciati/css/fonts/svg/software_pen.svg

Emozioni da Scrittrice

Avevo da tempo il desiderio di scrivere un libro metaforico, affascinata da “Il gabbiano Jonathan Livingston” e dal mondo degli animali parlanti, così ho iniziato a buttar giù una ventina di righe su un bimbo di nome Gasparo che poneva grandi domande al suo gatto Leopoldo. Soltanto che non avevo nessun’altra idea su come procedere. Lasciai lì il foglio per giorni.

Poi, una notte, mi tornò in mente che il mio papà mi raccontava una favoletta che si era inventato per farmi addormentare e che parlava di una pulce che desiderava scoprire tante cose. Iniziai a pensare che forse potevo parlare di quella pulce, inventandomi avventure e colpi di scena, ma… Gasparo che fine avrebbe fatto? Il libro era nato con lui che, come tutti i bimbi, si stava ponendo i perché più profondi dell’universo…

Di getto, l’idea! Comporre un libro ad incastro che parlasse di entrambi.

Non ci sono parole per descrivere cosa sia stato Teo la pulce per me. Le pagine si sono susseguite senza sosta e in tre mesi è nato il romanzo che sento come il romanzo della mia carriera. Teo è un personaggio che vive ormai di vita propria, incontrando la fantasia di bambini, giovani e adulti. Posso dire di essere fiera di lui e dei progetti che, insieme a chi si è entusiasmato nel leggerlo, sono nati. Tutto questo grazie ad una storia, ad un romanzo che forse faceva parte di me fin da quando ero piccina, e che oggi, grazie ad un’elegante unione di fantasia e di realtà, sono fiera di veder vivere e saltare nelle librerie di tantissimi di voi!

http://www.paolaalciati.it/wp-content/themes/paola_alciati/css/fonts/svg/basic_elaboration_message_note.svg

Oltre al romanzo,
il mondo di Teo non finisce qui…

Abbinati al libro sono stati creati da Paola Alciati e Giovanni Sapia quaranta brani a partitura continua, utilizzabili per un film di animazione, una serie di cartoni animati oppure un Musical. È nata l’idea anche di un gioco di società che riproduce le avventure della pulce e del bambino protagonisti.

L’autrice organizza presentazioni multimediali con l’ausilio di fotografie originali degli animali protagonisti, musiche e testi di propria produzione che narrano l’avventura di Teo, e gigantografie dei disegni interni.

Inoltre, organizza progetti nelle scuole e gite letterarie, durante le quali famiglie, amici e lettori vecchi e nuovi diventano “pulci per un giorno” attraversando la natura montana, che riproduce il viaggio di Teo e dei suoi amici animali.

http://www.paolaalciati.it/wp-content/themes/paola_alciati/css/fonts/svg/basic_elaboration_message_heart.svg

Recensioni

"Una passeggiata… da favola!
Il progetto, già di successo con gli allievi delle elementari, è stato accolto con entusiasmo dai bimbi, dopo un percorso sulle emozioni sempre partendo dal testo e dopo una presentazione multimediale a genitori e figli. Durante tutta la storia - e parallelamente, ad ogni tappa della gita - emergono argomenti di un certo spessore, quali il dolore fisico, la fiducia, la gratuità della natura opposta al commercio dell’uomo, la ricerca di noi stessi e delle nostre radici, motivo per cui i destinatari della lettura sono anzitutto gli adulti.
Per la gita i bimbi partono dalla cucina di casa di Teo (con tanto di pentole e mamma pulce che cucina!), incontrano l’aquila, l’elefante, nonno ranocchio, e si stendono nel prato osservando il cielo, come il loro coetaneo Gasparo."

− Santina Mirabella, Giornalista “La Valsusa”

"Il mondo pulito di Gasparo e Teo
Una metafora della vita per spiegare ai più piccoli (e ai loro genitori) l’importanza dei grandi sentimenti: dall’amicizia all’amore, dalla lealtà alla fiducia. Una favola dolcissima con un’anima ecologista per insegnare ai bambini il rispetto per la natura. L’autrice, sapientemente, scioglie il racconto ad incastro e fa incontrare due anime “pure” che si interrogano sul significato della vita e dell’uomo, scoprendo che per crescere bisogna avere coraggio, non perdere mai la fiducia in se stessi, guardare al prossimo con speranza."

− Cristina Mauro, Giornalista “La Voce del Popolo”

"Ho apprezzato molto questo libro e non credo sia un caso che in molti lo paragonino al "Piccolo Principe", poiché ci troviamo di fronte a un altro piccolo capolavoro riferito a bimbi che diventeranno grandi più consapevoli e amanti della natura. O almeno questo è l'intento del bel libro della Alciati, cioè che il piccolo Teo insegni loro a rimanere piccoli ma sognando in grande, ad avere rispetto per tutte le cose, siano esse infinitesimali come una pulce o sconfinate come la madre terra, a cercare di conoscere e quindi capire veramente ciò che abbiamo di fronte tutti i giorni, a volte senza vederlo veramente. Evviva Teo dunque, che ci porta alla scoperta del mondo, anche di quello che abbiamo dentro, sin da bambini."

− Susanna Lessi, Scrittrice

"Le figure degli animali rappresentano le svariate tipologie comportamentali proprie di ogni essere umano. Così Teo viene ad essere la necessaria controparte di Gasparo, il bimbo coprotagonista della vicenda la cui esistenza si snoda parallelamente alla parabola avventurosa del minuscolo insetto. Parimenti il picchio Red, la pulce amica Lasya, l’elefante Iràco e gli altri animali rappresentano altrettanti umani caratteri, ma tutti posti di fronte alla stessa realtà di questo mondo fatto di pericoli e meraviglie."

− Chiara Facis, Critica d’arte
http://www.paolaalciati.it/wp-content/themes/paola_alciati/css/fonts/svg/basic_cup.svg

Premi ricevuti

– Semifinalista alla 55esima edizione del Premio Bancarellino
– Finalista “Casa Sanremo Writers” 2014
– Premio “Narrativa per l’Infanzia” al XVIII Concorso Nazionale “Il Golfo” 2012
– Premio “Narrativa per l’Infanzia” al Concorso Internazionale “Terre di Liguria” 2012
– 2° Premio Internazionale “Città di New York 2009”, sezione Narrativa Inedita
– Premio Speciale della Critica alla 34° edizione del Concorso Internazionale
“Franco Delpino-S.Margherita Ligure” 2011
– Diploma di merito al Concorso “AlberoAndronico” 2011.